giovedì 27 febbraio 2014

Panini inglesi senza glutine

Era un bel po' che cercavo una merendina "morbidosa" da preparare ai miei bambini. Cerca che ti ricerca, finalmente ne trovo una sul web e proprio su un blog che seguo da tanto! Mi riferisco a "Cioccolato e Zenzero", un blog di cucina interessantissimo dal quale mi piace prendere, ogni tanto, qualche ricetta da sglutinare.
Per volesse visitare questo blog e la ricetta originale di questi panini, ecco il link:
 
Ovviamente ho dovuto modificare leggermente la ricetta originale per renderla idonea alla lavorazione con farine senza glutine...
 

Ingredienti:

380 gr di farina BiAglut

1/2 bustina di lievito Schaer

(in alternativa 1/2 panetto di lievito di birra)

60 gr di burro a temperatura ambiente

250-260 gr di latte tiepido

Un cucchiaio e mezzo di zucchero

Un pizzicone di sale

Gocce di cioccolato consentite

 
 
In una ciotola mettete la farina, lo zucchero, mezza dose di burro, il sale, il latte tiepido e la mezza bustina di lievito Shaer (se usate il lievito di birra fresco, scioglietelo nel latte tiepido).
Impastate tutto vigorosamente, meglio se con un'impastatrice. Quando l'impasto comincerà a prendere forma, aggiungete il burro rimasto ed impastate ancora per circa 20 minuti.
Il composto dovrà risultare liscio ed omogeneo: praticamente se provate a toglierlo dalla ciotola deve venir via senza lasciare residui.
Fate lievitare coperto per circa 3 ore, o almeno finché non avrà più che raddoppiato il suo volume.
 
 
Trascorso il tempo di lievitazione, formate tanti mucchietti di impasto e, su una spianatoia leggermente infarinata, impastateli uno ad uno con le gocce di cioccolato cercando di farle penetrare bene.
Formate dei cilindri (come quando si fanno gli gnocchi) e attorcigliateli su loro stessi e poi avvolgeteli per formare una specie di chiocciola.
 
Fate lievitare le girelle ottenute ancora per un'ora abbondante.
 
Prima di infornare a 180° per circa 15 minuti, spennellate i panini con del rosso d'uovo e, se gradite, spolverizzate con zucchero semolato.