venerdì 26 aprile 2013

Shepherd's pie

Stavolta non ho scritto il solito "senza glutine" accanto al nome della ricetta in quanto è già, per gli ingredienti utilizzati, un piatto naturalmente privo di glutine.
Si tratta di un "pasticcio" di carne e verdura di origine anglosassone (anche se, in realtà, io l'ho imparato da una signora olandese...).
E' una versione riadattata ai miei gusti personali ma si presta ad un'infinità quantità di ottime varianti.
E' un piatto che va gustato preferibilmente tiepido.
Trattandosi di un pasticcio le dosi che riporto sono puramente indicative, nel senso che potete tranquillamente variarle senza compromettere la buona riuscita del piatto. L'unica raccomandazione è per il puré di patate: deve essere piuttosto sodo.
 

Ingredienti:

600 gr di carne macinata (io uso il manzo ma potete usare quella che preferite)

Sedano, carota e cipolla per il soffrito

Olio evo

Sale q.b.

1/2 bicchiere di vino bianco

1 scatola piccola di mais

Una spruzzata di concentrato di pomodoro (o qualche cucchiaio di passata densa)

1 kg circa di patate

1 pezzettone di burro

Noce moscata

1 foglia di alloro

 
 
Prima di tutto procederete come per un classico ragù, cioè dovrete soffriggere in un poco di olio evo sedano, carota e cipolla tagliati a dadini. Aggiungete il macinato e, quando sarà evaporato tutto il suo liquido, sfumate con il vino bianco, aggiungete la foglia di alloro, il concentrato di pomodoro e il mais. Fate cuocere fino alla completa cottura della carne e togliete dal fuoco.

 
Preparate il puré lessando le patate senza la buccia (io le taglio a dadini e le lesso a pressione o nel microonde) in acqua leggermente salata. Una volta cotte Passatele allo schiacciapatate ed aggiungete un pezzetto di burro e la noce moscata. NON aggiungete latte, come si fa con il classico puré: il composto dovrà risultare piuttosto compatto per consentire i decori che vedremo più avanti.

 
 
 
Foderate con la carta forno uno stampo (preferibilmente dal cerchio apribile) e fate sul fondo un sottile strato di puré.


 
Versate il macinato sopra lo strato di puré e livellate.
 
 
A questo punto  mettete il puré rimanente in una sac à poche alla quale avrete applicato un beccuccio a stella e coprite il macinato con tanti ciuffetti di puré (vanno bene anche 2 strati se il puré e tanto).
 
 
Accendete il forno a 180° ed infornate il pasticcio per 15-20 minuti, o almeno fino a che la superficie non inizierà a dorarsi. Non sarà necessario tenerlo in forno per molto tempo, in quanto tutti gli ingredienti sono già cotti.

 
Ecco come si presenta l'interno.
 
 
VARIANTE 1: Naturalmente se non avete tempo o voglia di fare i ciuffetti di patate con la sac à poche potrete tranquillamente stendere il puré con una spatola e livellarlo bene.
 
VARIANTE 2: Potete aggiungere più pomodoro per rendere la carne più sugosa ma senza esagerare, altrimenti quando taglierete le fette il pasticcio potrebbe "smontarsi" se troppo liquido.
 
VARIANTE 3: Molti usano i piselli al posto del mais (io non li ho messi perché non piacciono al mio angelo biondo!). In questo caso aggiungeteli alla carne macinata dopo averli precedentemente cotti.