lunedì 18 marzo 2013

Colomba senza glutine

 
Stavolta mi sono decisa e l'ho fatta! Finalmente la colomba senza glutine fatta in casa!!!
Anche lo scorso anno ci avevo provato, ma ho semplicemente messo l'impasto del pandispagna nello stampo della colomba... Non era male, ma sapevo che avevo barato con me stessa.
Il risultato di questa ricetta è stato decisamente positivo. La colomba il giorno dopo era asciutta al punto giusto... non secca!
Le dosi riportate qui di seguito sono state inserite in uno stampo da 1 kg.
 
 

Ingredienti:

Per la biga:

100 gr di farina BiAglut

100 gr di acqua

1 cubetto di lievito di birra

Per l'impasto:

300 gr di farina BiAglut

80 gr di burro ammorbidito

80 gr di zucchero

160 gr di latte tiepido

3 uova (1 intero e due tuorli ma non buttate le chiare)

Un pizzicone di sale

Aromi a piacere (vanillina, scorza di agrumi grattata, 1 baccello di vaniglia, ecc.)

Cioccolato fondente grattato (o gocce) o scorza di frutta candita a piacere

Per la glassa:

1 chiara d'uovo (avanzata dall'impasto)

30-40 gr di farina di mandorle

50gr di zucchero

Mandorle intere non spellate (quantità a piacere)

Zucchero in granella a piacere


 
Preparate la "biga", cioè il pre-impasto, sciogliendo il lievito di birra nell'acqua tiepida ed aggiungendo la dose di farina indicata. Lasciate il composto, che risulterà piuttosto appiccicoso, nella ciotola dell'impastatrice e copritelo con la pellicola trasparente. Mettetelo a lievitare per circa 1 ora e, comunque, finché non avrà almeno raddoppiato il suo volume (il tempo di lievitazione è molto variabile a seconda della temperatura ambientale).

 
La biga lievitata si presenta così, bella gonfia. A questo punto potrete aggiungere alla biga gli altri ingredienti direttamente nel cestello come segue e con l'impastatrice accesa:
- il latte intiepidito (se gradite aggiungete un baccello di vaniglia mentre lo scaldate);
- il burro morbido;
- l'uovo intero e i tuorli (uno per uno, non aggiungendo il secondo se il primo non è ben assorbito)
- lo zucchero
- la farina
- il sale
- gli aromi che avete scelto (scorze o vanillina)
- la cioccolata grattata o i canditi
 

 
L'impasto va lavorato un bel po' e sarà pronto quando, oltre ad essere liscio ed omogeneo, tenderà a staccarsi dai bordi del cestello senza lasciare residui attaccati alle pareti. La sua consistenza dovrà essere "spalmabile".
Versate il composto nello stampo e, aiutandovi con una spatola, livellatelo bene dappertutto per evitare che si gonfi più da una parte che dall'altra.
Mettete l'impasto a lievitare per circa un'ora e mezza; anche qui vale lo stesso discorso fatto per la biga: il tempo di lievitazione è relativo e dipende dalla temperatura ambientale, quindi regolatevi sulle dimensioni dell'impasto che dovrà almeto raddoppiarsi di volume.

 
Intanto preparate la glassa. Sbattete una delle chiare avanzate dall'impasto con una forchetta (non sarà necessario che sia a neve ferma).

 
Aggiungete la farina di mandorle e lo zucchero e mischiate tutto con una frusta fino a togliere gli eventuali grumi. La glassa non deve essere molto liquida perché non dovrà colare una volta spalmata sulla colomba. Coprite con la pellicola e mettete a riposare in frigo per il tempo di lievitazione dell'impasto.

 
Ecco come si presentava il mio impasto alla fine della lievitazione.

 
Togliete la glassa dal frigo e spalmatela bene su tutta la superficie della colomba. Se dovesse risultare troppo liquida, aggiungete ancora farina di mandorle.

 
Disponete sopra la glassa a piacere le mandorle non spellate e lo zucchero in granella. Infornate in forno già caldo a 170° per circa 40 minuti, poi verificate il grado di cottura con uno stecchino e lasciate freddare nel forno spento.

 
Una volta aperta, la colomba si conserva per alcuni giorni avvolta in una busta alimentare.