lunedì 17 settembre 2012

Celiachia e omeopatia

Interessante!

http://www.informasalus.it/it/articoli/celiachia-omeopatia-connubio.php

Celiachia ed omeopatia: connubio possibile, anzi auspicabile!

Fonte: Il Granulo


CATEGORIE: Salute , Omeopatia


Sempre più pazienti celiaci ci riferiscono che medici operanti in Centri specialistici ospedalieri li mettono in guardia dall’usare rimedi omeopatici per la possibile presenza di residui di glutine nell’alcool e addirittura nel lattosio di cui sono costituiti gocce e granuli. Lo stesso avvertimento, in più riprese, è stato dato dall’AIC, l’Associazione Italiana Celiachia. La FIAMO condivide la preoccupazione di tutelare al massimo la salute dei pazienti e proprio per questo si è assunta l’incarico di fare chiarezza su questo tema, che riguarda un gran numero di pazienti.

Molti di questi pazienti si curano abitualmente con l’omeopatia. Certamente, in presenza di una simile patologia, l’omeopata consiglierà il mantenimento della dieta, e somministrerà in modo acuto o cronico dei medicinali omeopatici. Ci sono dei rischi in queste somministrazioni? Per fare chiarezza abbiamo richiesto alle principali aziende produttrici di prodotti omeopatici una dichiarazione di Assenza di Glutine: abbiamo ricevuto dichiarazioni ufficiali dai Laboratoires Boiron, dal Cemon, per i prodotti a marchio Unda e Dynamis, da Loacker per i prodotti Loacker Remedia e DHU, da Dolisos, da Oti, da Guna.

Sul sito Fiamo potete trovare le dichiarazioni originali, che qui ci limitiamo a riassumere. Rispetto all’eccipiente, tutte le aziende concordano sull’escludere da gocce e granuli la presenza di glutine. In particolare l’alcool etilico delle preparazioni liquide proviene generalmente dalla barbabietola; nel caso del Cemon il bioalcool è ottenuto dalla fermentazione del grano che per il tipo di preparazione a cui è sottoposto (distillazione) risulta completamente privo di glutine.

Gli eccipienti dei granuli, lattosio e saccarosio, hanno un grado di purezza che li rende totalmente sicuri. Anche le capsule vegetali per i prodotti OTI e gli sciroppi Loacker sono garantiti glutin free.

Diverso è il problema delle compresse: Dolisos usa solo lattosio, saccarosio e stearato di magnesio, quindi garantisce l’assenza di glutine. Loacker Rimedia-DHU utilizza per la maggior parte delle compresse anche amido di frumento, con presenza di glutine. Va precisato peraltro che per i farmaci convenzionali si considerano sicuri tutti i medicinali, anche quelli contenenti amido di frumento, perchè si valuta che la quantità di gliadina contenuta, ad esempio, in una compressa da 1 gr. può arrivare al massimo a 0,156 mg, quantità notevolmente inferiore a quella che potrebbe essere assunta con i prodotti dietoterapeutici.

Rispetto invece alle materie prime, se i prodotti derivano da piante che in origine contengono tale sostanza, il glutine può essere presente nelle Tinture Madri e nelle preparazioni a basse diluizioni (Boiron e Dolisos specificano che si tratta di diluizioni fino alla D3 per Avena, Fagopyrum, Secale, Hordeum, Triticum, Glutein e Cereales germèes).

Quindi nessun allarmismo: si prenda finalmente atto di queste certificazioni e si passi a fornire un’informazione più seria e documentata, nell’interesse dei pazienti che con beneficio si curano con la medicina omeopatica.

Note:
La celiachia è l'intolleranza permanente ad una proteina del glutine, la gliadina, che innesca nel paziente una reazione immunitaria che danneggia la mucosa intestinale. ll glutine è presente nel frumento, segale, orzo, farro, kamuth, tabulè, sorgo, avena.
Non ne contengono: mais, riso, soia, miglio, fecola di patate. L’attuale incremento nella diffusione della patologia sembra legata al processo di selezione e mutazione del grano che dalla forma diploide, con due cromosomi, è passato alla forma esaploide, con sei cromosomi, con un contenuto in glutine enormemente maggiore.